Giorgio Carrozzini

My Confort Blog

La vera "fottuta" ricetta della Carbonara

La carbonara è uno dei piatti italiani più iconici e, al contempo, oggetto di numerose controversie culinarie a livello internazionale. Questo piatto, semplice nella sua essenza ma complesso nella sua esecuzione, è spesso al centro di dibattiti che coinvolgono non solo chef e appassionati di cucina, ma anche diplomatici e custodi della tradizione gastronomica italiana.

Vediamo insieme la storia, gli ingredienti essenziali e le variazioni più discutibili di questa amata ricetta.

La Storia della Carbonara

La carbonara, come la conosciamo oggi, ha origini relativamente recenti. Sebbene le sue radici siano avvolte nel mistero, una delle teorie più accreditate è che il piatto sia nato durante la Seconda Guerra Mondiale. I soldati americani, giunti in Italia, avevano con sé uova in polvere e pancetta, ingredienti che combinati con la pasta locale hanno dato origine a questo piatto. Tuttavia, la versione più vicina all'attuale carbonara sembra essersi sviluppata a Roma negli anni successivi alla guerra, con l'aggiunta del pecorino romano.

La Ricetta Originale della Carbonara

Gli ingredienti fondamentali della carbonara sono pochi ma specifici:

  • Spaghetti (o, in alternativa, rigatoni)
  • Guanciale: pancetta di maiale stagionata, dalla consistenza e sapore unici
  • Uova: utilizzate intere o solo i tuorli, a seconda delle preferenze
  • Pecorino Romano: formaggio stagionato dal gusto deciso e salato
  • Pepe Nero: macinato fresco per esaltare il sapore del piatto

Gli Ingredienti "Eretici" &  "Maledetti"

Nel corso degli anni, numerose varianti della carbonara sono emerse, molte delle quali hanno fatto inorridire i puristi della cucina italiana. Ecco alcuni degli ingredienti più controversi:

  • Panna: aggiunta per creare una salsa più cremosa, ma completamente estranea alla ricetta originale
  • Cipolla e aglio: non fanno parte della carbonara tradizionale e alterano il sapore autentico del piatto
  • Pancetta affumicata: spesso usata in luogo del guanciale, ma con un sapore molto diverso
  • Formaggio Parmigiano: sebbene amato e utilizzato in molte altre ricette italiane, nella carbonara è il pecorino romano a farla da padrone
  • Piselli e funghi: aggiunte che trasformano completamente la ricetta, snaturando il piatto originale

Storie Ridicole e Blasfeme

In nome della creatività culinaria, chef e ristoranti in tutto il mondo hanno presentato versioni della carbonara che hanno suscitato l'indignazione degli amanti della tradizione:

  • Carbonara vegana: un ossimoro culinario, che spesso utilizza tofu affumicato al posto del guanciale e creme a base di soia per sostituire le uova.
  • Carbonara di mare: che prevede l'uso di frutti di mare come gamberetti o vongole, distorcendo completamente la ricetta originale.
  • Carbonara "fusion": dove si trovano ingredienti esotici come avocado, salsa di soia, o addirittura wasabi, combinati con la base della carbonara.

Assurdità d'Oltremare: Le Carbonare che Non Esistono

Se pensavate che l'arte della carbonara fosse stata rispettata in tutto il mondo, preparatevi a scoprire alcune delle più assurde varianti internazionali che nulla hanno a che fare con la ricetta originale. Queste versioni esotiche e spesso bizzarre dimostrano come la reinterpretazione di un piatto possa portare a risultati a dir poco discutibili.

La "Carbonara" con Piselli e Pancetta Affumicata

In molti paesi anglofoni, è comune trovare versioni della carbonara con l'aggiunta di piselli e pancetta affumicata. Questa variante, spesso presente nei menù dei ristoranti, vede l'introduzione di verdure che nulla hanno a che fare con la tradizione romana. Il sapore dolce dei piselli e l'affumicatura della pancetta stravolgono completamente il gusto originale del piatto.

La "Carbonara" con Panna

Probabilmente la più diffusa e la più criticata tra le varianti "blasfeme" è la carbonara con l'aggiunta di panna. In molti ristoranti al di fuori dell'Italia, per ottenere una consistenza più cremosa, si aggiunge la panna da cucina. Questo ingrediente non solo non appartiene alla ricetta originale, ma copre il sapore delle uova e del pecorino romano, trasformando la carbonara in un piatto completamente diverso.

La "Carbonara" con Prosciutto Cotto

Un'altra variante controversa è quella che sostituisce il guanciale con il prosciutto cotto. Questa scelta, spesso dettata da motivi economici o di reperibilità degli ingredienti, impoverisce il piatto dal punto di vista del sapore. Il prosciutto cotto, infatti, non ha la stessa intensità e complessità del guanciale, risultando in una versione pallida e insipida della vera carbonara.

La "Carbonara" di Mare

In alcuni ristoranti di cucina "fusion", è possibile trovare la cosiddetta "carbonara di mare", che prevede l'uso di frutti di mare come gamberetti, vongole o calamari. Questa interpretazione, che cerca di combinare il sapore della carbonara con quello dei piatti di pesce, è una vera e propria eresia per i puristi. La delicatezza dei frutti di mare si scontra con la robustezza del pecorino romano e del guanciale, creando un piatto che non ha nulla a che vedere con l'originale.

La "Carbonara" Vegetariana

Un'ulteriore versione discutibile è la carbonara vegetariana, che elimina completamente il guanciale. Alcuni ristoranti cercano di sostituirlo con verdure grigliate o affumicate, come melanzane o zucchine, o addirittura con tofu affumicato. Sebbene l'intenzione sia quella di offrire una scelta più salutare o adatta a chi non consuma carne, questa variante non riesce a riprodurre la complessità e la ricchezza di sapore della carbonara tradizionale.

La "Carbonara" con Salsa di Soia

In alcuni ristoranti asiatici, la carbonara è stata reinterpretata con l'aggiunta di salsa di soia. Questo ingrediente, tipico della cucina orientale, conferisce al piatto un sapore umami molto forte che copre completamente il gusto del pecorino e del guanciale. Il risultato è una versione della carbonara che potrebbe essere gustosa, ma che certamente non ha nulla a che fare con la tradizione italiana.

La "Carbonara" Dolce

Per concludere questa rassegna di assurdità culinarie, non possiamo non menzionare la "carbonara dolce". In alcuni paesi, chef particolarmente creativi hanno pensato di trasformare questo piatto in un dessert, utilizzando ingredienti come cioccolato bianco, panna montata e frutta secca. Sebbene possa essere considerata un'innovazione interessante, chiamare questa creazione "carbonara" è un affronto alla storia e alla cultura gastronomica italiana.

La carbonara è molto più di un semplice piatto di pasta; è un simbolo di tradizione, cultura e autenticità. Le versioni internazionali che stravolgono la ricetta originale sono spesso fonte di divertimento e stupore per chi conosce e ama la vera carbonara. È importante ricordare e rispettare le origini e gli ingredienti autentici di questo piatto, per preservarne l'integrità e continuare a celebrare la ricca storia della cucina italiana.

Chiamate i Vostri Piatti come Volete, ma Non Carbonara

Cari amici appassionati di cucina, lasciate che vi riveli un segreto: potete aggiungere panna, piselli, gamberetti, tofu, salsa di soia, cioccolato bianco e persino un pizzico di polvere di unicorno alla vostra pasta. Potete persino decorarla con una spolverata di glitter commestibili e battezzarla con un nome altisonante, tipo "Pasta Magica delle Galassie". Ma, per favore, fate un favore all'umanità intera e ai custodi della tradizione italiana: non chiamatela carbonara.

Immaginatevi un quadro di Michelangelo ricolorato con pennarelli fluorescenti: interessante, forse. Arte? Decisamente no. Lo stesso vale per la carbonara. Se volete sperimentare, ben venga! La cucina è anche creatività. Ma se la vostra creazione somiglia più a un'insalata di mare o a un dessert di alta pasticceria, è giusto darle un nome nuovo. In fondo, anche un raviolo fritto con ripieno di marmellata non viene chiamato "pizza", giusto?

Quindi, la prossima volta che vi troverete in cucina a inventare una nuova ricetta, siate generosi di fantasia anche nel nome. Chiamatela "Pasta alla Fantasia", "Spaghetti alla Sorpresa", "Penne all'Improvvisata", ma lasciate la carbonara ai romani, che ne hanno fatto un capolavoro di semplicità e gusto. Così facendo, potrete anche evitare l'ira dei nonni italiani che, sappiatelo, possono essere molto permalosi quando si tratta delle loro ricette tradizionali.

Alla fine della giornata, possiamo tutti concordare su una cosa: la carbonara vera è una cosa seria. Per tutto il resto, buon divertimento e... buon appetito!